L'origine misteriosa del popolo Ket della Siberia

Una famiglia di Ket siberiani
Una famiglia di Ket siberiani © Wikimedia Commons

Nelle remote foreste siberiane vivono persone misteriose chiamate Ket. Sono tribù nomadi solitarie che ancora cacciano con archi e frecce e usano le slitte trainate dai cani per il trasporto.

Una famiglia di Ket siberiani
Una famiglia di Ket siberiani © Wikimedia Commons

Questi popoli indigeni delle foreste siberiane, indicati come il popolo Ket (o "Oroch" in alcuni resoconti), sono stati a lungo intriganti antropologi, storici e, sì, anche appassionati di UFO. La ragione di ciò è perché l'origine di queste persone è rimasta un mistero per molto tempo.

Le loro storie, costumi, aspetto e persino il linguaggio sono così unici rispetto a tutte le altre tribù conosciute che sembra quasi che provengano da un altro pianeta.

Il popolo Ket della Siberia

I Kets sono una tribù indigena della Siberia e sono considerati uno dei più piccoli gruppi etnici della regione. Gli scienziati sono sconcertati dal loro aspetto, dalla lingua e dal tradizionale stile di vita semi-nomade, con alcuni che affermano legami con le tribù aborigene nordamericane. Secondo una leggenda di Ket, provengono dallo spazio. Quale potrebbe essere la vera origine di queste persone apparentemente fuori luogo?

Il nome attuale di questo gruppo etnico siberiano è "Ket", che può essere interpretato come "persona" o "uomo". Prima di questo, erano conosciuti come Ostyak o Yenisei-Ostyak (un termine turco che significa "straniero"), che rifletteva il luogo in cui risiedevano. I Ket vissero per la prima volta nei bacini centrali e inferiori del fiume Yenisei, che ora è Krasnoyarsk Krai nel territorio federale russo della Siberia.

Erano nomadi, cacciavano e scambiavano pellicce di animali come scoiattoli, volpi, cervi, lepri e orsi con i commercianti russi. Allevavano renne e pesci dalle barche mentre vivevano in tende fatte di legno, corteccia di betulla e pelli. Molte di queste attività vengono svolte ancora oggi.

Le barche degli Yenisei-Ostiaks si preparano a partire da Sumarokova
Le barche degli Yenisei-Ostiaks (Kets) si preparano a partire da Sumarokova © Wikimedia Commons

Mentre la popolazione Ket è rimasta relativamente stabile durante il ventesimo secolo, a circa 1000 persone, il numero di madrelingua Ket è gradualmente diminuito.

Questa lingua è straordinariamente unica ed è considerata un "fossile linguistico vivente". La ricerca linguistica sulla lingua Ket ha portato all'idea che queste persone siano legate ad alcune tribù di nativi americani del Nord America, che provenivano dalla Siberia millenni fa.

Folclore Ket

Secondo una leggenda di Ket, i Ket erano alieni provenienti dalle stelle. Un'altra leggenda afferma che i Kets arrivarono per la prima volta nella Siberia meridionale, forse sui monti Altai e Sayan o tra la Mongolia e il lago Baikal. Tuttavia, l'inizio degli invasori nell'area costrinse i Kets a fuggire nella taiga della Siberia settentrionale.

Secondo la leggenda, questi invasori erano i Tystad, o "popolo di pietra", che potrebbero essere stati tra i popoli che hanno creato le prime confederazioni della steppa degli Unni. Queste persone potrebbero essere state pastori di renne nomadi e pastori di cavalli.

Il linguaggio sconcertante del popolo Ket

Si ritiene che il linguaggio dei Kets sia l'elemento più interessante di loro. Per cominciare, la lingua Ket è diversa da qualsiasi altra parlata in Siberia. In realtà, questa lingua è un membro del gruppo linguistico yenisei, che comprende una varietà di lingue simili parlate nell'area yenisei. Tutte le altre lingue di questa famiglia, ad eccezione del Ket, sono ora estinte. La lingua Yugh, ad esempio, è stata dichiarata estinta nel 1990, mentre le restanti lingue, comprese le lingue Kott e Arin, si sono estinte nel diciannovesimo secolo.

Si ritiene che anche la lingua Ket possa estinguersi nel prossimo futuro. Secondo i censimenti effettuati nel corso del XX secolo, la popolazione Ket è rimasta stabile nel corso dei decenni, né in aumento né in diminuzione significativa. Ciò che preoccupa è il calo del numero di Kets che sono in grado di comunicare nella loro lingua originale.

Nel censimento del 1989, ad esempio, sono stati contati 1113 Kets. Tuttavia, solo circa la metà di loro poteva comunicare a Ket e la situazione si è deteriorata. Secondo un'indagine di Al Jazeera del 2016, "forse sono rimaste solo poche dozzine di parlanti perfettamente fluenti - e questi hanno per lo più più di 60 anni".

Le case galleggianti dei ket Yenisei-Ostiaks
Le case galleggianti degli Yenisei-Ostiaks © Wikimedia Commons

Origini in Nord America?

I linguisti sono interessati alla lingua Ket perché si pensa che sia stata sviluppata da una lingua proto-yenisia legata a lingue come il basco in Spagna, il barushaski in India, oltre al cinese e al tibetano.

Edward Vajda, un linguista storico della Western Washington University, ha persino proposto che la lingua Ket sia collegata alla famiglia linguistica Na-Dene del Nord America, che include Tlingit e Athabaskan.

Infine, è stato notato che se l'idea di Vajda fosse corretta, sarebbe una scoperta importante poiché fornirebbe ulteriore luce sull'argomento di come sono state colonizzate le Americhe. A parte i legami linguistici, gli accademici hanno tentato di dimostrare i legami genetici tra i Kets ei nativi americani al fine di corroborare il concetto migratorio.

Questo sforzo, tuttavia, è stato un fallimento. Per cominciare, i pochi campioni di DNA raccolti potrebbero essere stati contaminati. In secondo luogo, poiché i nativi americani spesso rifiutano di offrire campioni di DNA, sono stati invece utilizzati campioni di DNA di nativi sudamericani.

Parole finali

Oggi, non è chiaro come il popolo Ket della Siberia sia finito in questa remota parte del mondo, quale sia il loro legame con altri gruppi nativi in ​​Siberia e se abbiano o meno collegamenti con altri popoli indigeni in tutto il mondo. Ma le caratteristiche estremamente straordinarie del popolo Ket li fanno risaltare notevolmente rispetto a qualsiasi altra tribù sulla Terra; qualcosa che ha spinto molti ricercatori a chiedersi se potrebbero effettivamente essere di origine extraterrestre – dopo tutto, da dove altrimenti verrebbero?

Articolo Precedente
L'incidente di Vela: è stata davvero un'esplosione nucleare o qualcosa di più misterioso? 1

L'incidente di Vela: è stata davvero un'esplosione nucleare o qualcosa di più misterioso?

Articolo successivo
Perché le piramidi più grandi del mondo sono tenute segrete? 2

Perché le piramidi più grandi del mondo sono tenute segrete?